Diecimiglia

10miglia.fw

DETTAGLI

Partenza: Campo Scuola • Via Porta Catena 81, Ferrara
Percorso: Dieci Miglia (16,0934 Km)
Tipo: Competitiva UISP
Partecipanti: 700 Atleti max.

IL PERCORSO

Una gara unica nel nostro panorama podistico, non una normale gara su strada ma una manifestazione che racchiude in se il fascino della partenza e arrivo all’ombra del Castello Estense e che offre i suggestivi passaggi fra i monumenti più belli della Città come, la “Casa del Boia”, Piazza Ariostea, Palazzo dei Diamanti, il Parco Massari e la bellissima via Ercole I d’Este, ma che si trasforma in un vero Urban Trail quando si attraversano i saliscendi dei canaloni difensivi delle medievali Mura Estensi fino ad arrivare al “Gran premio della Montagna” sul Baluardo dell’Acquedotto Comunale.

Si parte a lato del Castello Estense, monumento di straordinaria forza, che rappresenta la nostra città, costruito nel 1385, in seguito difeso dalle Antiche Mura “Acqua – Terra, bocche da fuoco” una cortina difensiva inespugnabile, un esempio fra i piu’ alti di arte militare per quei tempi (che mostra un’antica pianta delle Mura Estensi). Oggi le antiche mura cingono la citta di Ferrara quasi interamente (circa 9km), identificandosi come uno dei circuiti piu’ complessi e vari ancora esistenti nel nostro paese.

Continuamo percorrendo i Rampari di Belfiore. Da qui è possibile ammirare il Torriore di Barco (una costruzione militare di grande interesse), porta degli angeli (ultima foto sotto a destra, qui comincia corso Ercole I d’Este che conduce al Castello Estense e visibile in lontananza).Andando avanti ben presto la “Punta della Montagnola” (dosso artificiale) sara’ raggiunta e aggirata. Proseguiamo a sud entrando nella cortina difensiva utilizzando una scarpata leggermente pendente verso l’interno in direzione Porta Mare. Poi a lato della farmacia comunale si salgono i Rampari di San Rocco.

Alla “punta della Giovecca”, volgendo lo sguardo verso l’interno della città, possiamo ammirare il piazzale Medaglie d’Oro e la prospettiva della Giovecca “1703”, che fa da sfondo al corso omonimo.

Proseguendo per il Baluardo della Montagna “1512” la “punta” sarà affiancata a sud-ovest, proseguendo poi a destra e raggiungendo la cinquecentesca Palazzina dei Bagni Ducali via Alfonso I d’este e via Marco Polo.

Di qui andremo a costeggiare i Baluardi di San Giorgio della Montagna, di San Tommaso, e a due passi l’omonimo doccile “canale in mattoni” (scolavano le acqua delle fogne cittadine fuori le mura), sara’ attraversato poco prima della Punta della Giovecca.

Il doccile di San Rocco sara’ attraversato a lato del Baluardo omonimo “1523”, fu demolito nel 1870 (ora una serie di siepi ne ridisegnano il il vecchio contorno).

Arrivati in piazzale San Giovanni a lato del Torrione difensivo rotondo “1423” si prosegue trovando quanto e’ rimasto di alcuni torrioni abbattuti nel 700. In questo tratto approdavano le imbarcazioni Ducali e nel 500 si svolgevano alcuni tornei sull’acqua. Il fossato largo oltre 30 metri che avvolgeva la cinta muraria, fu prosciugato nella seconda metà dell’800.

Davanti la Porta degli Angeli si passa sotto il ponte di collegamento con il Baluardo terrapieno a forma di freccia (rivellino) demolito nel 1859 e ricostruito sulle originali fondamenta nel 1991.

All’incrocio con via Azzo Novello si piega a sinistra tornando di nuovo verso la Casa degli Angeli, al Terrapieno della Montagnola si scende per poi risalire la cortina difensiva prima del Torrione di San Giovanni. A questo punto si procede in direzione sud. Nella parte interna si domina una vasta zona di verde occupata dalla monumentale Certosa, dal cimitero Ebraico e dalla stupenda e suggestiva “Terraviva” (quattro ettari di campagna in città). L’orto verrà attraversato costeggiando la cinta muraria del cimitero ebraico in via delle Vigne in piena città rinascimentale.

All’incrocio di Porta Mare svoltiamo a destra dopo pochi metri.
Da quel punto affiancheremo Piazza Ariostea, particolarissima piazza ovale dominata dalla statua di Lodovico Ariosto, sopra un alta colonna (fu progettata 500 anni fa come centro commerciale della nuova città), il Parco Massari, delizioso giardino all’inglese (4 ettari, lo percorreremo osservando da vicino vistosi alberi e piante secolari).

Alla stessa altezza, si trovano grandi ed importanti palazzi ricchi di storia e cultura posti ai lati di Corso I d’Este, Largo Castello e Piazza Castello, dove è collocato l’arrivo.

TARIFFE

  • € 15.00 fino al 28 febbrario 2019
  • € 18.00 dal 1 Marzo 2019
  • € 20.00 dal 22 Giugno al 29 Giugno 2019